archivio

Arte

Participación al concurso para el arte contemporáneo T.I.N.A. -this is not an art- Prize. Madrid (2015)

T.I.N.A. es una plataforma internacional que permite a los artistas ponerse en contacto con una red de galerías, salas de exposiciones y comisarios interesados en evaluar los trabajos presentados para crear nuevos proyectos y empezar nuevas colaboraciones.

Obras presentadas:

Senza Titolo 18 | Senza Titolo 19 | Senza Titolo 39 | Senza Titolo 27 | Senza Titolo 37, 1999, barnices sintéticas, spray y esmaltes sobre cartulina. 100x70cm

Questo slideshow richiede JavaScript.

Read More

Annunci

Il giorno del nostro primo incontro ho chiesto ai bambini di fare un disegno, un paesaggio di montagna. Gli ho chiesto di prendere un foglio bianco e di utilizzare il materiale che usavano di solito. Alcuni con i colori ed altri con i pennarelli, si sono messi all’opera. Tutti bravi. Hanno fatto un disegno di fantasia, con le montagne, il cielo, il prato e alcuni hanno aggiunto le piste da sci e qualche personaggio. Quasi tutti hanno anche disegnato un bel sole giallo in mezzo al foglio. Il corso Dipingo le Montagne nelle scuole elementari G. B. Righi di M. di Campiglio è parte di un progetto formativo più ampio che riguarda la conoscenza dell’ambiente nel quale ci troviamo e che si svolge attraverso varie discipline, come anche lo sci e la sicurezza in montagna, per esempio. La promotrice è l’attivissima professoressa Patrizia. Lo scopo specifico del corso di pittura è quello di stimolare l’abilità di osservazione e quindi la capacità di lettura dell’ambiente naturale.

Read More

Le montagne, il sole, gli orsi e l’Ensō, il cerchio Zen. Il muro è quello della terrazza dello Zen Cafè sul Parco Fluviale della Sarca, tra Comano Terme e Ponte Arche. I simboli e i colori compongono un opera murale sintetica e ricca di significati allo stesso tempo.

Il sole tra le montagne indica il mondo terreno, abitato gli orsi che sono il simbolo della natura di questo territorio. La spiritualità dell’esistenza è rappresentata dall’Ensō, aperto, nel quale è incluso uno dei due animali mentre l’altro cerca la strada per raggiungere la compagna.

Il dipinto (circa 30m²) è stato realizzato con pittura murale di alta qualità per esterni, usando i colori sopra una base di imprimitura bianca e una verniciatura finale protettiva per garantire la massima durabilità nel tempo.

Questa mattina in ufficio, per mia sorpresa, qualcuno ha iniziato a parlare di arte. Qualcuno aveva parlato delle mie Montagne Dipinte a qualcun’altro e questo mi ha fatto sicuramente piacere. “Ma come! devo farti io pubblicità?”, mi ha detto. Certo, forse dovrei fare di più per farmi conoscere… comunque, per quel poco – o tanto – che ho fatto, ho anche avuto delle soddisfazioni.

Joan Mitchell_Ladybug

Joan Mitchell. Ladybug. 1957 [Copyright © Estate of Joan Mitchell]

Read More

Nella teoria del colore, il blu, il rosso e il giallo vengono chiamati i colori primari…

La teoria del colore costituisce una parte importante delle conoscenze basiche per chi si occupa di arti grafiche. Mi riferisco ai pittori, ai grafici e anche agli architetti ed i vari professionisti che partecipano all’esecuzione dell’opera. Anche se certamente lo studio della teoria rimane una necessità per i professionisti, la conoscenza di alcuni degli aspetti fondamentali che riguardano il mondo dei colori, risulta interessante anche per i non addetti ai lavori.

Esistono molti modi di scegliere i colori nel momento in cui si deve realizzare un’opera d’arte o per esempio uno spazio espositivo, così come quando si sceglie l’arredamento di una casa. Nonostante che la percezione del colore sia un fatto soggettivo, esistono parecchi studi che svelano alcune caratteristiche fondamentali dei colori e che costituiscono i principi di base di una teoria del colore generalmente condivisa.

rgb-cmy

Ho scritto una guida che fornisce le informazioni basiche a chi inizia dipinge. La dispensa si compone di 2 parti: la prima riguarda la teoria del colore, mentre la seconda tratta gli aspetti tecnici della pittura, come la prospettiva e la composizione della tavolozza.

 

[Introduzione alla pittura. La prima parte della dispensa si trova qui]

 

Se frequentate Madonna di Campiglio conoscete già il negozio Olimpionico Sport (Piazza Righi, 5), dove potete trovare tutto quello che vi serve per andare in montagna, d’estate e d’inverno. Ci potete andare per comprare, ma non solo.

Il negozio lo gestisce Sandro Vidi che è Guida Alpina e fotografo con grandi qualità. Da lui non si va solo per comprare, anzi, il negozio è diventato un punto di ritrovo per molti professionisti del posto. Maestri di sci, guide alpine, ma anche artisti si trovano lì a parlare di “cose di montagna”.

Lo scambio di idee avviene tra le opere fotografiche di SandroAlberto Bregani ed anche tra i miei dipinti.

I quadri che espongo fanno parte del progetto “Montagne Dipinte” che sto portando avanti da 3 anni. La mostra sarà permanente e consiste in un pannello di 260×130 cm fissato a parete ed altre opere dipinte su tela che raffigurano paesaggi invernali del Gruppo di Brenta; progressivamente i lavori esposti verranno rinnovati.

Guardate le vetrine, entrate e cercate in giro le fotografie in bianco e nero, chiedete dove vedere i quadri e se volete saperne di più… chiedete di fare una visita guidata!

P.S.: In negozio è ancora disponibile il libro La breve storia di un ghiacciaio.

OLimpionicoSport2014_800p

Matteo Lencioni, Vista insolita del Brenta (Unusual Brenta view), 2014. Acrilico su pannello multistrato, 260×130 cm

Read More

Decisi di fermarmi qui, a Barcellona.

Per festeggiare il cambio di millennio organizzai un viaggio a Barcellona, di qualche giorno. Bene, quando arrivò il momento di tornare indietro con gli amici con cui ero partito da Milano in macchina, presi una decisione: “tornate voi” gli dissi.

ShowLetterLtc

Passai i giorni successivi in giro per conoscere la città. Comprai un notebook (di carta…) per prendere appunti. Ricordo che scrivevo per imparare lo spagnolo e il catalano ma soprattutto disegnavo: dal vero, di fronte ai monumenti e a casa, dove realizzai una gran quantità di tracce a colori (graffiti sketches). Purtroppo ho perso la maggior parte dei disegni ed ho ritrovato solo un quaderno.

Era il 2000.
Read More

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: